rifugio_parcoantola

Articolo comparso su "Il Popolo" -13-12-12. Di Alessio Schiavi

 

Già a fine Ottocento molti soci della Sezione Ligure del CAI erano soliti trascorrere il Capodanno nel Rifugio Musante sul Monte Antola…

Dopo oltre cento anni molte cose sono cambiate ma lassù, "dove le valli salgono al cielo" ancora è garantita l'ospitalità. Dopo la pausa autunnale, infatti, Giorgio, Federico e Silvia, gestori del Rifugio Parco Antola dall'aprile 2011, riaprono le porte per le festività invernali dal 22 dicembreal 6 gennaio 2013, offrendo la possibilità di pernottare nelle confortevoli camere e di mangiare in un ambiente davvero suggestivo: il bellissimo salone panoramico sull'Appennino genovese, il Lago del Brugneto e nelle giornate più limpide, fino al Mar Liguree le Alpi Apuane… Un panorama che rapisce il cuore e gli occhi in attesa di… un fumante piatto di polenta o lasagneal forno!

Il rifugio, dotato di 30 posti letto e 50 coperti e recentemente rinnovato nel suo aspetto esterno, si trova a 1460 m. a soli dieci minuti dalla vetta e alla confluenza della mulattiera che sale da Bavastrelli con la "Via del Mare", percorso che transita da e per Torriglia. Il Monte Antola (1.597 m) è raggiungibile da molti paesi delle valli Scrivia, Trebbia e Borbera mediamente in circa un'ora e mezza – due ore e mezza di cammino e sono ben percorribili i sentieri segnalati da F.I.E. e C.A.I. che partono da Piancassina, Tonno, Cappella di San Fermo, Vallenzona, Berga, Campassi, Vegni, Caprile, Bavastrelli, Pentema, Torriglia, Passo dell'Incisa – Crocefieschi e Casa del Romano – Capanne di Carrega. Questi ultimi percorsi sono particolarmente adatti alle racchette da neve "le ciaspole", che danno la possibilità di godere appieno dei sentieri innevati e della bellezza di questi crinali, sempre sospesi tra mare e Alpi, che si offrono alla vista in particolare in inverno. Le ciaspole sono noleggiabili su prenotazione presso la sede di Torriglia del Parco Antola e la Pizzeria La Veranda di Crocefieschi. Inoltre il Parco in caso di neve, organizza escursioni guidate e il programma è sempre aggiornatosu www.parcoantola.it. 

Il rifugio può essere l'idea per gite di una giornata oppure per un soggiorno-vacanza per godere delle famose albe e tramonti del monte, facilmente apprezzabili se si pernotta in quota. Inoltre i rifugisti sapranno consigliarvi itinerari ad anello che partono e riportano al rifugio, esplorando le alte vallate e i più caratteristici abitati. Prima di salire per il ristoro o il pernottamento è però sempre necessario mettersi in contatto con il numero 339.4874872. I gestori hanno anche predisposto un ricco menù per il cenone di Capodanno visibile con tutte le altre informazioni necessarie sul sito www.rifugioantola.com.

Allora l'Antola aspetta tutti con i suoi panorami infiniti, le sue storie, le bellezze preziose della natura invernale ma anche con l'accoglienza e il calore del rifugio e dei suoi gestori… davvero vien voglia di dire: "Dai! Andiamo in Antola!".